Share This:

  Taglia il traguardo della XV edizione l’associazione Medici per San Ciro che dal 2006, in concomitanza dei festeggiamenti patronali di Grottaglie, organizza un programma di iniziative e di eventi che tengono insieme la solidarietà, il volontariato, la ricerca medico-scientifica, la salute, la cultura e la tradizione. Quest’anno l’edizione è concentrata in “una due giorni” che partirà il 28 gennaio con la relazione del dott. Valerio Cecinati sullo stato dell’oncoematologia pediatrica a Taranto e in Italia. Moderano il Direttore generale dell’ASL di Taranto, Stefano Rossi, e la responsabile del coordinamento regionale malattie rare, Giuseppina Annicchiarico. L’appuntamento è alle ore 16.30 al Nuovo Cinema Vittoria a Grottaglie. A seguire saranno spiegate le iniziative intraprese dall’associazione Medici per San Ciro in favore dei bambini con patologie gravi e croniche del nostro territorio e per l’occasione si parlerà della proficua collaborazione con Dynamo Camp e della terapia ricreativa. Saranno ascoltate le testimonianze delle famiglie e dei bambini che hanno vissuto l’esperienza ma soprattutto le emozioni a Dynamo Camp. “E’ un progetto, questo con Dynamo Camp,- spiega il presidente dell’associazione Medici per San Ciro, Salvatore Lenti- che in solo un anno si è arricchito di nuove aree portando i programmi della terapia ricreativa in ben 4 ospedali pugliesi e in un centro di solidarietà e puntando alla formazione di nuovi volontari del territorio. In occasione della XV edizione anche Dynamo ha voluto esserci accanto, con la partecipazione di Martina Tiso, responsabile recruting e Norman Panza, medico, entrambi di Dynamo all’evento pomeridiano in cui le famiglie e i bambini racconteranno le loro esperienze al camp. Sarà un momento anche per conoscere più da vicino questa realtà che accoglie la sofferenza dei bambini e restituisce la gioia del sorriso”.

All’incredibile vita e al modo di predicare di San Francesco de Geronimo, gesuita e grottagliese che diffuse il culto di San Ciro, santo patrono di Grottaglie, è dedicato il lavoro teatrale di e con Alfredo Traversa dal titolo “Lu cuntu de la vita del Santo di Grottaglie e di come riscoperse la vita del Santo d’Egitto”. Definito il “Restauratore sociale”, a San Francesco de Geronimo già in vita gli vennero attribuiti diversi miracoli. L’attore/autore nel lavoro prende spunto da diversi manoscritti del Santo e da veri episodi della sua vita interamente dedicata ai poveri e  alla predicazione nelle piazze della Napoli seicentesca.   Lo spettacolo di Alfredo Traversa  si terrà alle ore 20,30 sempre nel nuovo cinema Vittoria a Grottaglie. I proventi dello spettacolo saranno devoluti in beneficenza a Dynamo Camp.

Mercoledì 29 gennaio, dopo la celebrazione della messa, nella Chiesa Madre di Grottaglie, alle 19 circa, si conferma la cerimonia di consegna del “Premio di studio Ciro Rosati” a un giovane laureato in medicina residente a Grottaglie. Si tratta di una borsa di studio del valore di € 1000 messa a disposizione dalla famiglia Rosati per onorare la memoria del proprio congiunto. “Quest’anno- continua il presidente Lenti- la cerimonia sarà introdotta da un evento speciale, un privilegio e un dono da parte di Valerio Manisi, nostro concittadino, che sa di tradizione, cultura, devozione, arte, e che ci onoriamo di ospitare all’interno della XV edizione Medici per San Ciro”. L’attore, regista e scrittore Valerio Mànisi lo ha già annunciato sui social: “leggerò un poemetto vernacolare in onore del santo alessandrino, che ho scritto una ventina di anni fa, dal titolo ‘Too sittimane e ‘nu giurno’. Mai letto pubblicamente nel luogo giusto. Adesso, finalmente, è giunta l’ora! E darò il massimo per non deludere San Ciro e i miei concittadini.”

La serata e la XV edizione si concluderanno con una ricapitolazione del progetto “Pane sospeso” che è diventata una best practices di comunità a sostegno delle fasce più deboli. Tramite esso i volontari dell’associazione portano avanti una campagna di sensibilizzazione alla cultura del dono e del soccorso generoso, come gesto che fa bene a chi a chi riceve ma ancor più a chi offre. E proprio in occasione della XV edizione saranno consegnati i voucher, che convertono le donazioni raccolte negli ultimi 4 mesi, alle istituzioni preposte che provvederanno alla distribuzione alle famiglie più bisognose.