Share This:

 

Comunicato Stampa: La medicina narrativa, il premio Rosati e Giuseppe Bungaro chiudono la XIV edizione “Medici per San Ciro”.

 

Grottaglie, 28 Gennaio, 2019

L’associazione “Medici per San Ciro” si prepara a tirare le somme della XIV edizione mentre si avvia all’appuntamento conclusivo della programmazione.

 

 

Domani, martedì 29 gennaio, dalle ore 19,  dopo la celebrazione della  Santa Messa nella Chiesta Madre di Grottaglie, si terrà una tavola rotonda sul tema “La medicina narrativa come terapia” nel corso della quale il  dott. Valerio Cecinati, Direttore Pediatria ASL Taranto, si confronterà con lo psicopedagogista, dott. Francesco Paolo Romeo.

I lavori saranno introdotti dal Direttore Generale dell’ASL Taranto, dott. Stefano Rossi, immancabilmente partecipe ad ogni occasione di interesse scientifico e medico dell’associazione, dal Direttore Sanitario dell’Asl Taranto, dott. Vito Gregorio Colacicco e dal sindaco di Grottaglie, avv. Ciro D’Alò che porterà i saluti istituzionali e della comunità di Grottaglie.   Si parlerà della malattia in età evolutiva e dell’adattamento ad essa, del trauma della sofferenza, del danno emotivo, degli aspetti psicopedagogici della ospedalizzazione, della terapia del gioco, della narrazione nelle relazioni di cura. Alla tavola rotonda interverranno anche le associazioni di volontariato che porteranno la testimonianza della loro esperienza a contatto  con i bambini ospedalizzati o affetti da gravi patologie.

Nel corso della serata sarà anche rivelato il nome del laureato in medicina e chirurgia nell’anno 2018 di Grottaglie al quale sarà conferito il “Premio di Studio in memoria del dott. Ciro Rosati”messo a disposizione dalla famiglia Rosati. “Si tratta di una borsa di studio con valore economico di € 1000 che ha la finalità  di contribuire alla continuità degli studi e al perfezionamento della formazione professionale. Quest’anno- spiega il Presidente dell’associazione Medici per San Ciro Salvatore Lenti- sono pervenute 4 domande che hanno messo in difficoltà la commissione giudicatrice che ha dovuto fare ricorso ad opportuni  approfondimenti sui titoli tramite  le università e i responsabili scientifici  per una più serena valutazione, trattandosi di laureati con un percorso formativo d’eccellenza”

 

Sul filo della continuità del sostengo e l’incoraggiamento ai giovani si conclude la serata, lanciando la sfida di un promettente talento della provincia jonica, Giuseppe Bungaro. Ha 18 anni, non ancora diplomato, ma si è già distinto per aver ideato un innovativo stent pericardico auto-sostenibile. È inserito nelle 100 Eccellenze italiane come giovane talento della medicina, dopo aver vinto l’European Union Contest for Young Scientist, la competizione che vede in gara i talenti scientifici europei junior fra i 14 e i 21 anni.

 

 

Comunicato Stampa: La medicina narrativa, il premio Rosati e Giuseppe Bungaro chiudono la XIV edizione “Medici per San Ciro”.

 

L’ufficio stampa

Maria Lucia Simeone

3493108820